Indice del forum FORUM INFERMIERISTICO IN AREA CRITICA

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Scusate la banalità ma... un aiutino per la tesi?!
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> STUDENTI E TUTORAGGIO
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Sab Feb 06, 2010 10:27 pm    Oggetto: Scusate la banalità ma... un aiutino per la tesi?! Rispondi citando

ciao a tutti! scusate se per l'ennesima volta tiro fuori l'argomento TESI DI LAUREA... ma sono al 3° anno e il tempo stringe... ho letto e riletto i post di altri laureandi e ho spulciato ovunque per trovare un argomento un po' accattivante, non fatto, rifatto e strafatto... ma la lampadina ancora non si è accesa... di idee ne ho mille e nessuna mi convince... come tanti pensavo all'ambito dell'emergenza... non mi uccidete vi prego... ma è l'unico settore che mi intriga davvero...

ecco qualche argomento a cui ho pensato:
- il percorso del trauma (ho fatto tirocinio in traumatologia, medicina d'urgenza, ps e 118)... ma è un argomento stramasticato...;
- il ruolo del leader in 118... credo che però non ci sia molto da dire e poi alla fine è l'infermiere solitamente quindi non so nemmeno se abbia senso..;
- l'emergenza intraospedaliera e il ruolo dell'infermiere "rianimatore"... ma bisognerebbe averne vista almeno una per farci una tesi no?! o comunque essere stati in rianimazione...;
e dulcis in fundo... l'argomento che mi ispira di più...
- DISPATCH LIFE SUPPORT (istruzioni fornite dagli operatori di centrale prima dell'arrivo dei mezzi di soccorso)...
- o magari... "il ruolo dell'infermiere nelle emergenze extraospedaliere di natura traumatica" (titolo che ho trovato)... inserendoci anche il dispatch...

p.s. nell'ospedale in cui ho fatto tirocinio, e in altre aziende dell'emilia-romagna, è in corso un progetto sulle strategie di contenimento della mortalità intraospedaliera... (progetto MIER) ma mi sembra troppo tecnica e poco pratica come cosa (tutti dati e statistiche)... però è un progetto nuovo... non so...

che ne pensate?! qualsiasi consiglio sarà apprezzatissimo...

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
SWAN-GANZ
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 10/04/08 17:34
Messaggi: 47325
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Dom Feb 07, 2010 12:11 am    Oggetto: Rispondi citando

Lo sò è un pò un [CENSORED] trovare l'argomento...ce ne sono tanti...ipotermia terapeutica, ventilazione non invasiva...aspettiamo un esperto più giovane di me e più ricco di idee Wink



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
FORUM INFERMIERISTICO, ASSISTENZA INFERMIERISTICA, FORUM INFERMIERE, LAUREA INFERMIERISTICA, FORUM INFERMIERISTICI, CONCORSI INFERMIERI
URGENZE ED EMERGENZE, RIANIMAZIONE, FORUM INFERMIERISTICO, RIANIMAZIONE SPECIALISTICA, FORUM INFERMIERE, 118, CORSI E.C.M.,
MASTER, PRONTO SOCCORSO, ELISOCCORSO, AREA CRITICA, UNITA' CORONARICA, FORUM INFERMIERI, FORUM INFERMIERISTICO, LAUREA MAGISTRALE
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Dom Feb 07, 2010 12:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me hai in mano l'argomento vincente.
Il progetto MIER (strategie di contenimento della Mortalità Intraospedaliera in Emilia Romagna) è un argomento decisamente nuovo, hai a disposizione molti dati di altri paesi che già hanno applicato il Rapid Response System con eccellenti risultati sulla riduzione della mortalità complessiva, degli arresto cardiaci e dei ricoveri inattesi in terapia intensiva. Se ti pare poco...

Se vuoi posso provare a metterti in contatto con qualche collega della rianimazione di Forlì. Abbiamo lavorato insieme al progetto formativo MIER e credo che qualcuno di disponibile a darti informazioni si riesca a trovare.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Dom Feb 07, 2010 8:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie mille per la disponibilità Gu e per il consiglio!!!
non ero molto convinta, ma grazie a te e mia mamma
(infermiera 118 che sto cercando di trascinare qui nel blog con esiti scarsi)
ho le idee decisamente più chiare...
ora ne parlo un attimo con la mia tutor poi ti faccio risapere...
sperando che non mi bocci l'idea...
grazie ancora...

ps. che ne pensi di fare anche un paragone tra l'intra e l'extraospedaliero...
magari proporre un qualcosa di simile anche "su strada"...?!
o ci allarghiamo troppo col discorso...?! sai... forse per ereditarietà o vocazione...
sono innamorata dell'emergenza, soprattutto extraospedaliera...
e mi piacerebbe infilarci qualcosa a riguardo...
però se deve essere un panettone farcito al salame (scusa il pessimo paragone)
lascio perdere e mi concentro solo sull'intra, che poi è l'argomento...

e... se non sono troppo rompiscatole...
un parere veloce sul DISPATCH LIFE SUPPORT e l'operatore di centrale...?!?

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 2:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il mio umile suggerimento è di concentrarti su un argomento.
Il confronto tra intra ed extraospedaliero mi sembra una forzatura ma come già scritto in altri topic "la sirena tira più di un carro di buoi" Wink

Nell'extraospedaliero ci sono poche risorse utilizzate male (pochi infermieri, pochi medici per tanti pazienti che molte volte hanno bisogno del taxi o del medico curante).
In ospedale ci sono tante risorse per tanti pazienti e il problema è far funzionare il sistema.
Perchè nel 2010 dobbiamo vedere infermieri dei reparti che non hanno mai fatto un corso BLS quando in altri paesi (la Gran Bretagna ad esempio) i team di risposta alle emergenze intraospedaliere sono spesso formati solo da 2 infermieri?
Leggi questo topic se non lo hai già fatto, troverai un pò di numeri che dovrebbero essere piuttosto interessanti...
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per quanto riguarda l'argomento operatore di centrale aspetterei di vedere come evolve il discorso "centrali uniche 112". Rischi di scrivere 1000 pagine di tesi che non interessano a nessuno perchè la normativa è improvvisamente cambiata...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 7:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie Gu! non mi ero accorta del topic, dove avevi già citato il progetto, e di nuovo grazie per avermi dato spunti davvero interessanti... Ok

eviterei di mettere troppa carne al fuoco come dici tu...
e per quanto riguarda la centrale (anche se qua, con il concetto di Area Vasta, era carino il discorso...) lascerei perdere...

a questo punto l'unico dubbio che mi resta è: in tirocinio non sono stata e non andrò sicuramente in rianimazione o terapia intensiva, non ho mai visto un'emergenza intraospedaliera... perciò, non rischio di fare la figura della scema, parlando di qualcosa di cui non ho fatto esperienza?! meaculpa se dovessi rispondermi da sola... direi di no e che, comunque, è un argomento di interesse comune a tutto il personale sanitario (visto la carenza della situazione italiana sull'argomento)...

inoltre, per farti capire quello che ho visto e per fare un attimo il punto della situazione...
in tirocinio sono stata in medicina, hospice, chirurgia, traumatologia, medicina d'urgenza
e per quest'ultimo semestre andrò in adi, ps e probabilmente 118.

a gennaio ho fatto tirocinio in Medicina d'Urgenza e lì il progetto MIER era attivo (come in tutto l'ospedale immagino)... ma, probabilmente, per il fatto che è un progetto nuovo, gli infermieri non mi hanno saputo dire troppo sull'argomento (ovviamente nulla togliere... sono davvero eccezionali lì!)

Quello che ho capito: praticamente è un metodo di RRS (Rapid Response System) che consiste nella valutazione del paziente in base al MEWS (Modified Early Warning Score): punteggio che deriva dalla valutazione di FC, PA sistolica, FR, TC e livello di coscienza (indice AVPU); in base a questo punteggio il programma attribuisce un codice colore al pz (bianco, verde, giallo o rosso) e in base al codice colore, l'infermiere attua un percorso diverso: dall'aumento della frequenza delle rilevazione dei PV e della valutazione del paziente, fino ad allertare il TRIO (Team Rianimatorio Intra Ospedaliero) in caso di giallo o rosso...
tutto questo per identificare precocemente i pazienti a rischio, allertare rapidamente il TRIO e ridurre la mortalità intraospedaliera...

aggiungendo il MET, l'ALS, esempi da gran bretagna o altro dove sono avanti mille anni luce e parlando dell'importanza dell'incentivare la preparazione degli infermieri di tutti i reparti (non solo rianimazione)... credo che potrebbe venir fuori una buona tesi...

comunque venerdi ho appuntamento con la mia tutor per discuterne... ti aggiornerò sulle novità...
e se nel frattempo ti viene in mente altra "carne da mettere sulla brace" sarò lieta di fare una grigliata per tutti... risata risata risata

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Lun Feb 08, 2010 10:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hai capito benissimo il sistema!
Il concetto è quello di monitorare i pazienti e di vederli e trattarli prima che diventino un arresto o quasi...
Peccato che in alcuni reparti i parametri vitali non vengano mai rilevati!!!

Secondo me puoi contattare tranquillamente la coordinatrice della rianimazione e dirle che ti ha indirizzato a lei un infermiere della terapia intensiva di Bologna che ha lavorato al progetto.
Non dovrebbe dirti di no...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 1:24 am    Oggetto: Rispondi citando

ciaoooo!!! ho parlato con la mia tutor... l'idea le è piaciuta molto!
abbiamo definito un po' le linee generali... sembra assurdo ma sono troppo contenta!!!
ho già iniziato a raccogliere un po' di materiale, ma la maggior parte è in inglese...
certo che, per quanto riguarda la realtà italiana, non c'è molto sull'argomento...
sarà dura districarsi tra i siti, ma sono fiduciosa... ce la posso fare!!!

grazie Gu per il sostegno e le dritte...
ho individuato con chi posso parlare e a chi posso proporre la cosa...
incrociamo le dita e speriamo che possa interessare anche a loro...

comunque, se qualcuno avesse a portata un po' di materiale o volesse dare qualche suggerimento,
o anche solo sostenere emotivamente la causa di una povera laureanda, sarebbe di grande aiuto...

ricordo che alcuni degli argomenti sono:
- emergenza intraospedaliera
- strategie di contenimento della mortalità intraospedaliera: progetto MIER
- Rapid Response System
- Medical Emergency Team (MET)
o Team Rianimatorio Intraospedaliero (TRIO)
- BLS, ALS, corso METal, ecc...

e... chi più ne ha, più ne metta...
magari qualche linea guida (per ora ho quelle SIAARTI), protocolli, qualcosa in letteratura... tutto fa brodo per il momento...

grazie infinite a chi volesse contribuire... ripeto... anche solo moralmente...

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
silvia
COORDINATORE
COORDINATORE


Registrato: 23/05/08 22:39
Messaggi: 471
Residenza: forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 3:45 am    Oggetto: Rispondi citando

ciao ipnovelica, se l'idea è ancora il progetto Mier io lavoro in rianimazione a Forlì posso vedere di procurarti il materiale che hanno usato i miei colleghi che hanno istruito gli infermieri dei reparti interessati!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 10:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Se mi scrivi il tuo indirizzo email ti mando un pò di materiale.

E' tutto in inglese, l'unico materiale tradotto sono le linee guida SIAARTI-IRC...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 12:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

silvia ha scritto:
<img> ipnovelica, se l'idea è ancora il progetto Mier io lavoro in rianimazione a Forlì posso vedere di procurarti il materiale che hanno usato i miei colleghi che hanno istruito gli infermieri dei reparti interessati!


grazie!!! sarebbe davvero fantastico...
ti anticipo che, comunque, fra qualche settimana pensavo di venire in reparto e parlare con la coordinatrice...
o comunque con chiunque avesse partecipato al progetto e volesse darmi una mano...
grazie ancora...

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 1:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

gu.imbriaco ha scritto:
Se mi scrivi il tuo indirizzo email ti mando un pò di materiale.

E' tutto in inglese, l'unico materiale tradotto sono le linee guida SIAARTI-IRC...


CHE MONDO SAREBBE SENZA GU...

grazie

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 2:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

ipnovelica ha scritto:


CHE MONDO SAREBBE SENZA GU...



Troppo buona... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
silvia
COORDINATORE
COORDINATORE


Registrato: 23/05/08 22:39
Messaggi: 471
Residenza: forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 3:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

ipnovelica ha scritto:
silvia ha scritto:
<img> ipnovelica, se l'idea è ancora il progetto Mier io lavoro in rianimazione a Forlì posso vedere di procurarti il materiale che hanno usato i miei colleghi che hanno istruito gli infermieri dei reparti interessati!


grazie!!! sarebbe davvero fantastico...
ti anticipo che, comunque, fra qualche settimana pensavo di venire in reparto e parlare con la coordinatrice...
o comunque con chiunque avesse partecipato al progetto e volesse darmi una mano...
grazie ancora...


i colleghi che hanno partecipato al progetto, sono sempre molto disponibili vedrai non avrai difficoltà
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Ven Feb 19, 2010 8:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

silvia ha scritto:
i colleghi che hanno partecipato al progetto, sono sempre molto disponibili vedrai non avrai difficoltà


grazie per le dritte e la disponibilità...
nelle prossime settimane, appena finita la sessione di esami e raccolto un po' di materiale, verrò sicuramente in reparto...
magari ci si vede...

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Sab Mag 15, 2010 12:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Aggiornamenti per chi sta scrivendo la tesi sull'argomento...

Sull'ultimo numero di Scenario c'è una revisione sui sistemi RRS scritta dal collega Stefano Bambi di Firenze e su Resuscitation c'è un bell'articolone, nato da una consensus conference internazionale, sul braccio afferente dei sistemi RRS.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Beltway
INFERMIERE
INFERMIERE


Registrato: 07/03/10 23:41
Messaggi: 242
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Mag 23, 2010 9:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie GU! cercherò di reperire il materiale!
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Dom Mag 23, 2010 10:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Uno te l'ho mandato. Per l'altro mi ci vuole qualche giorno.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Beltway
INFERMIERE
INFERMIERE


Registrato: 07/03/10 23:41
Messaggi: 242
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Dom Mag 23, 2010 10:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

mannaggia Testata! Lo sapevo che dovevo andare al convegno "L’Infermiere e l’Emergenza: uno sguardo a 360°" vatti a fidare delle persone!
Top
Profilo Invia messaggio privato
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Lun Set 06, 2010 5:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao finalmente sono tornata!!! ho avuto un po' di problemini... ma ora eccomi qua come nuova!!! sarà un mese duro... esami di recupero a + non posso e tesi!!!

sono un po' indietro con la tesi ma ho intenzione di recuperare al + presto...

l'idea è sempre quella iniziale... il progetto MIER e i Sistemi di Risposta Rapida!!!

Qualcuno ha voglia di darmi una mano???

GU... qual'è il numero di Scenario a cui ti riferisci? grazie baci

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
gu.imbriaco
SUPERMODERATORE
SUPERMODERATORE


Registrato: 16/09/09 01:53
Messaggi: 1572
Residenza: Bologna

MessaggioInviato: Lun Set 06, 2010 9:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

numero 1 del 2010

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Mer Mar 16, 2011 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao Gu!!! ho ascoltato il tuo intervento al congresso di Rimini! Bello...

Volevo chiederti... sono andata su
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

per cercare un po' di dati sulla mortalità intraospedaliera italiana... ma se non sei iscritto non ti dà nulla... o forse sono io che non sono in grado....

potresti aiutarmi... volevo mettere un po' di dati... parlare del fatto che la media italiana è più alta di quella europea e statunitense...

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Beltway
INFERMIERE
INFERMIERE


Registrato: 07/03/10 23:41
Messaggi: 242
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Mar 23, 2011 11:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

domani ho la discussione della tesi, se vuoi posso mandarti la mia per vedere come l'ho impostata.
Io ho svolto lo studio nella unità operativa che attraverso i fogli flusso hanno registrato un elevato numero di decessi e dove tramite osservazione diretta e monitoraggio dei parametri vitali ho confrontato il tempo di attivazione del punteggio aggregato contro l'outcome clinico del paziente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ipnovelica
STUDENTE II ANNO
STUDENTE II ANNO


Registrato: 19/01/10 20:34
Messaggi: 79
Residenza: Forlì

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 1:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

bravo!!! in bocca al lupo!!!
io l'ho fatta semplicemente compilativa... ho descritto il progetto MIER che è stato attivato qua da noi... pensavo di laurearmi a novembre ... invece ho finito tutti gli esami a febbraio perciò... beh... se mi dici così... non posso rifiutare... fra l'altro mi mancano alcune cose da inserire... grazie!

_________________
...tre fluidi dunque cui corrispondono tre funzioni: il sangue che nutre, il fluido nerveo che eccita e l'aria che vivifica.
Ovvio quindi che una morte improvvisa troverà la sua ragione nel disordine di una o più di queste funzioni cardinali...
"De subitaneis mortibus"
Giovanni Maria Lancisi (1707)
Top
Profilo Invia messaggio privato
SWAN-GANZ
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 10/04/08 17:34
Messaggi: 47325
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Gio Mar 24, 2011 11:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Auguri anche da parte mia Ok



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
FORUM INFERMIERISTICO, ASSISTENZA INFERMIERISTICA, FORUM INFERMIERE, LAUREA INFERMIERISTICA, FORUM INFERMIERISTICI, CONCORSI INFERMIERI
URGENZE ED EMERGENZE, RIANIMAZIONE, FORUM INFERMIERISTICO, RIANIMAZIONE SPECIALISTICA, FORUM INFERMIERE, 118, CORSI E.C.M.,
MASTER, PRONTO SOCCORSO, ELISOCCORSO, AREA CRITICA, UNITA' CORONARICA, FORUM INFERMIERI, FORUM INFERMIERISTICO, LAUREA MAGISTRALE
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> STUDENTI E TUTORAGGIO
Vai a 1, 2  Successivo
Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 1.642