Indice del forum FORUM INFERMIERISTICO IN AREA CRITICA

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

RCP in arresto testimoniato e in pz in ventilazione meccanic

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> RIANIMAZIONE GENERALE E SPECIALISTICA
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Dedib87
ASPIRANTE STUDENTE
ASPIRANTE STUDENTE


Registrato: 09/08/16 01:12
Messaggi: 3

MessaggioInviato: Mer Ott 26, 2016 3:19 pm    Oggetto: RCP in arresto testimoniato e in pz in ventilazione meccanic Rispondi citando

Ciao,scusate l'ignoranza ma volevo chiedere un paio di cose:
Se un pz all'interno di.una rianimazione,quindi monitorato,ecc...va in tachicardia ventricolare senza polso o in fibrillazione ventricolare, considerando che ci sono già vicini i defibrillatori,iniziate subito con la defibrillazione senza intervenire immediatamente col massaggio?oppure intervenite subito col massaggio e non appena è pronto il defibrillatore,defibrillate?
Inoltre,se il pz in questione è ventilato meccanicamente,lo lasciate attaccato al ventilatore durante la RCP o lo ventilate in maniera asincrona col va e vieni?
Top
Profilo Invia messaggio privato
eddybeat
ASPIRANTE STUDENTE
ASPIRANTE STUDENTE


Registrato: 29/01/17 20:41
Messaggi: 3
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Lun Feb 06, 2017 5:43 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Debid, mi e' capitato nella mia esperienza lavorativa nel reparto di Rianimazione e di Pronto Soccorso di assistere piu' di una volta alla situazione che hai descritto. Solitamente in quei reparti i pazienti sono attaccati ai monitor di controllo con allarmi impostati in maniera da segnalare in modo diverso se un paziente ha un'alterazione significativa come un cambio di ritmo cardiaco per esempio da una frequenza normale ad una tachi o bradicardia, oppure se passa direttamente ad un ritmo pericoloso come una tachicardia ventricolare. In quell'ambiente dopo un po' si impara a riconoscere gli allarmi in relazione al loro suono distinguendo cosi' al primo ascolto quelli pericolosi e massimalmente allertanti da quelli che possono essere anche meno pericolosi anche se, in ambiente di rianimazione non vi sono allarmi meno importanti di altri veri e propri. Comunque all'interno di tutto questo entourage, naturalmente oltre alla presenza di noi infermieri , ci sono sempre in allerta le orecchie dei medici che in quel momento sono di turno nel reparto che in base alla pericolosita' del segnale o alla tempestivita' dell'allarme dato dal personale infermieristico, definiscono le azioni idonee da fare. Ora in certe situazioni mi e' capitato di defibrillare pazienti sia in rianimo che in pronto soccorso pero' sempre sotto la visione di un medico, comunque in assenza di uno di essi la cosa piu' importante da fare e' iniziare l'RCP con il massaggio cardiaco ed il supporto ventilatorio fino all'arrivo del medico oppure fino al posizionamento degli elettrodi e fino alla fine dell'eventuale analisi del DAE ove indichera' se e' indicato lo SHOCK elettrico [ cioe' la scarica] o meno.
Per quanto riguarda la ventilazione, li ho sempre visti rimanere attaccati al ventilatore meccanico, anche durante le manovre di defibrillazione.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Vailaz91
ASPIRANTE STUDENTE
ASPIRANTE STUDENTE


Registrato: 16/02/15 12:36
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Ven Mar 31, 2017 1:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ti riporto cosa dice il protocollo ALS così cerco di essere chiaro e sintetico: un paziente che va in acc (con ritmo defibrillabile o no) deve essere massaggiato e ventilato 30:2.
Queste sono le uniche evidenze di livello 1 (farmaci e intubazione ecc sono almeno di livello 2b quindi meno importati e non devono togliere tempo e risorse a RCP e ventilazione).
Detto questo nello specifico della tua domanda esiste un'eccezione che è proprio legata a quello che dici tu: il paziente che va in FV o TV si può defibrillare fino a 3 volte consecutive prima ancora di iniziare le manovre SOLAMENTE se è un post-cardiotomico già collegato a defibrillatore.
Questo significa che il paziente monitorizzato con defibrillatore di fianco a cui però bisogna collegarlo e accenderlo ecc...va iniziato BLS e poi fatta analisi e tutto quanto.
Nel caso il paziente sia già collegato al defibrillatore e sia un post cardiochirurgico allora si può iniziare con 3 defibrillazioni (a potenza crescente ecc...come al solito) e poi fare RCP e iniziare il 30:2 con analisi ogni 2 minuti.
Ovviamente per noi infermieri, anche se abbiamo fatto corso ALS o altro, non possiamo fare questa cosa essendo che le 3 defibrillazioni consecutive si possono fare solo con defibrillatore manuale che non ci è concesso utilizzare.

Sintesi: se post cardiochirurgico e già collegato a defibrillatore --> medico può autorizzare a fare fino a 3 scariche consecutive. Se il medico non c'è o il paziente non è già collegato o non è post cardiochirurgico allora si fa RCP + ventilazioni con protocollo ALS/BLSD normale.

Spero di non averti confuso meaculpa
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
SWAN-GANZ
AMMINISTRATORE
AMMINISTRATORE


Registrato: 10/04/08 17:34
Messaggi: 47325
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Sab Apr 15, 2017 12:14 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao! Se non hai funzione di pompa e lo devi ancora attaccare al DAE inizi il MCE, anche per 5 secondi.

Per quanto riguarda la ventilazione...secondo voi è meglio tenerlo attaccato al ventilatore oppure col "vai e vieni"?
...l'ALS cosa dice? Ok
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Vailaz91
ASPIRANTE STUDENTE
ASPIRANTE STUDENTE


Registrato: 16/02/15 12:36
Messaggi: 20

MessaggioInviato: Ven Set 08, 2017 12:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Molto meglio ventilare a mano...impostare il ventilatore in meccanica con 10 atti/min (l'ALS dice di tenere questo reitmo per paziente intubato) mentre lo si massaggia non farà altro che continuare a far suonare il ventilatore perchè rileverà eccessive pressioni nelle vie aeree (date dalla probabile compressione durante l'atto inspiratorio).
Il risultato sarebbe un continuo allarme del ventilatore senza, tuttavia, un'adeguata ventilazione in quanto il ventilatore se rileva pressioni troppo alte smette di insufflare (a meno che lo si metta in modalità a volume puro).
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> RIANIMAZIONE GENERALE E SPECIALISTICA
Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001 - 2005 phpBB Group
Theme ACID v1.5 par HEDONISM
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Confirmed

Page generation time: 1.887